citazione Montale

“Ripenso il tuo sorriso, ed è per me un’acqua limpida
scorta per avventura tra le petraie d’un greto,
esiguo specchio in cui guardi un’ellera i suoi corimbi;
e su tutto l’abbraccio d’un bianco cielo quieto.

Codesto è il mio ricordo; non saprei dire, o lontano,
se dal tuo volto s’esprime libera un’anima ingenua,
o vero tu sei dei raminghi che il male del mondo estenua
e recano il loro soffrire con sé come un talismano.

Ma questo posso dirti, che la tua pensata effigie
sommerge i crucci estrosi in un’ondata di calma,
e che il tuo aspetto s’insinua nella mia memoria grigia
schietto come la cima d’una giovinetta palma… “

Eugenio Montale, da Ossi di seppia (P. Gobetti, 1925)

 

A mio padre

che amava Montale e la montagna, 

Dante e i fiori, 

Ungaretti e il sale del mare, 

e sorridendomi sempre 

mi ha insegnato ad amare il bello

– Letizia Innocenti, 2019 –

Potrebbero interessarti

CONCERTO – GENOVA 05/07/1986

Letizia Innocenti, recital pianistico D. Scarlatti, Sonata in re minore L. 266 D. Scarlatti, Sonata in Sol Maggiore L. 286 D. Scarlatti, Sonata in Re Maggiore L. 461 L. Van Beethoven, Sonata op. 81/a Das Lebewohl R. Schumann, Carnaval op. 9  

Programma radiofonico – RLCA 05/05/1993

Letizia Innocenti, speaker radiofonico “Classica dalla A alla Z“ Sigla di apertura: Tema/Capriccio da Paganini di Johannes Brahms per le Variazioni op. 35 – Lilya Zilberstein B. Smetana: Danza boema – Wilhelm Backhaus La Moldava, Poema sinfonico – K. Ancerl/Orchestra Filarmonica Ceca   D. Šostakovič: Sonata in re minore...